ITALCULT - Servizio sperimentale non ufficiale
Notiziario online dedicato agli Istituti italiani di cultura all'estero
Dato il carattere sperimentale, questo servizio puo' essere interrotto senza preavviso

IL "CERCA IIC": cliccare qui

Oggi e' il

Data inserimento in rete: sabato, febbraio 16, 2002
IIC Istituti italiani di cultura - FARNESINA: LINGUA ITALIANA PROTAGONISTA NEL MONDO

Roma, 15 feb. (Adnkronos) - Giovedi' 21 febbraio prossimo alla Farnesina saranno illustrati e discussi i risultati della ricerca ''Italiano 2000. Indagine sulle motivazioni e sui pubblici dell'italiano diffuso fra stranieri'', condotta dall'Universita' La Sapienza di Roma e dall'Universita' per stranieri di Siena per conto del ministero degli Esteri. Sara' il sottosegretario agli Esteri, Mario Baccini, ad aprire i lavori all 9 ed ad incontrare i giornlisti alle 10,30. L'italiano -e' emerso dalla ricerca- e' al quarto posto nella classifica delle lingue piu' studiate e l'attenzione che gli viene dedicata all'estero e' in costante crescita. Ne parleranno una trentina di relatori, italiani e stranieri, in rappresentanza del mondo accademico e delle maggiori istituzioni interessate. Gli interventi introduttivi saranno tenuti dal Direttore generale per la promozione e le cooperazione culturale, Francesco Aloisi de Lardarel, insieme a rappresentanti delle Comissioni esteri e cultura di Camera e Senato e del Dipartimento di studi linguistici e letterari dell'Universita' ''La Sapienza'' di Roma.
Seguira' la presentazione della ricerca di Tullio De Mauro, Massimo Vedovelli e Marina Catricala'. Si terra' una tavola rotonda sui risultati della ricerca a cui prenderanno parte Cesare Annibaldi, Ignazio Baldelli, Riccardo Chiaberge, Alain Elkann, Gaetano Fausto Esposito, Anthony Mollica, Franco Narducci, Giovanni Puglisi, Francesco Sabatini, Luca Serianni, Serge Vanvolsem e Ugo Vignuzzi.
Nel pomeriggio, a partire dalle 14,30, si terra' una seconda tavola rotonda di testimonianze ed esprienze sull'attivita' di promozione della lingua italiana nel mondo e sui collegamenti con la promozione del sistema paese. Parteciperanno i giornalisti Paolo Mauri e Renato Minore, e rappresentanti dei ministeri dell'Istruzione e della ricerca scientifica, dei Beni e le attivita' culturali, degli Italiani nel mondo, della Rai e di altri enti. Le conclusioni saranno affidate a Riccardo Campa, presidente del Gruppo Lingua ed Editoria della Commissione nazionale per la promozione della Cultura Italiana.


IIC Bruxelles - ITALIAN CINEMA IN BRUSSELS
Appointments with important films at the Italian Cultural Institute

(News ITALIA PRESS, 15 febbraio 2002) Brussels – As part of the promotion of Italian culture and language abroad, the Italian Cultural Institute in Brussels has created a showcase of Italian cinema for Belgian viewers to admire in the halls of the institute. Many cinema masterpieces of the past fifty years will be shown, including films from such prominent directors as Fellini, Pasolini, Visconti, and Antonioni.
Michelangelo Antonioni is the protagonist of next Tuesday’s appointment, February 19, with a relatively recent film, the 1995 “Al di là delle nuvole” (Beyond the Clouds), made with Wim Wenders.
The film boasts an international cast, with actors like John Malkevich, Fanny Ardant, Irene Jacob, Jean Reno, Sophie Marceau, and the Italian Kim Rossi Stuart. It narrates many love stories that vary in their settings – Portofino, Ferrara, and Paris – and in the age of their protagonists. Among them is the story of the affair between Jeanne Moreau and Marcello Mastroianni, who thirty-five years after “La Notte” (always by Antonioni), meet once again. News ITALIA PRESS


Data inserimento in rete: giovedì, febbraio 14, 2002
IIC Toronto POETRY IN THE GALLERY: LEN GASPARINI
Il prossimo 6 marzo il poeta italo-canadese parlerà della propria esperienza letteraria presso l’IIC di Toronto

(News ITALIA PRESS, 14 febbraio 2002) Toronto – Nell’ambito degli appuntamenti letterari organizzati dall’Istituto Italiano di Cultura di Toronto dal titolo “Poetry in the Gallery”, la serata del prossimo 6 marzo sarà dedicato a Len Gasparini, scrittore e giornalista italo-canadese.
Gasparini, nato a Windsor, in Ontario, da genitori italiani, si è dedicato per alcuni anni alla carriera sportiva – ha infatti giocato in alcune squadre giovanili di baseball -, per decidere poi, a diciassette anni, di abbandonare gli studi e dedicarsi alla poesia, al fine di trasmettere per mezzo dei propri componimenti lirici le sue esperienze personali, i suoi ricordi, i suoi stati d’animo, spesso anche in stretto riferimento alle proprie radici italiane.
L’incontro del prossimo 6 marzo sarà quindi un’interessante occasione per conoscere una delle più significative testimonianze del ricchissimo panorama culturale italo-canadese, ma anche per conoscere dalla viva voce dello scrittore il proprio percorso artistico, e come sono nati, da quali esperienze hanno preso vita, i suoi componimenti poetici.
Tra le opere pubblicate da Len Gasparini, si possono citare le raccolte poetiche “Breaking and Entering” (1980), “Ink from an Octopus” (1989), “Selected Poems” (1993), e il libro per bambini “I Once Had a Pet Praying Mantis” (1995); la serata sarà inoltre l’occasione per Gasparini di presentare e leggere ai presenti alcuni passi del suo ultimo lavoro letterario, “Blind Spot”, pubblicato nello scorso mese di ottobre. News ITALIA PRESS
__________________

IIC Los Angeles - MAKE YOUR SHORTS IN ITALY

(News ITALIA PRESS, 14 febbraio 2002) Los Angeles – L’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles promuove "Make your Shorts in Italy", un viaggio-studio di cinque settimane in Calabria, inserito nel programma Study Abroad dell’Ithaca College di New York e rivolto agli studenti americani appassionati di cinema e sceneggiatura. Il corso, che si terrà dal 9 luglio al 14 agosto, è realizzato in collaborazione con l’Università della Calabria e prevede due moduli d’insegnamento, dedicati rispettivamente alla composizione di sceneggiature per corto metraggi e alla produzione sperimentale degli script.
Per i partecipanti è prevista una conversione in crediti accademici di tutto il lavoro svolto e l’opportunità di collaborare con gli studenti italiani per ideare specifici progetti e realizzarne le riprese. L’Ithaca College ha aperto le adesioni agli studenti universitari di qualsiasi livello, purché dimostrino buoni risultati accademici ed interesse per gli argomenti affrontati, e ha inoltre annunciato la possibilità di un sostegno economico per chi volesse frequentare entrambi i moduli.
Ma la vera “chicca” del programma consisterà nelle visite e negli incontri previsti per tutti i weekend: gli aspiranti registi ripercorreranno gli itinerari del neorealismo italiano visitando Roma e Cinecittà, saranno ospitati dalla RAI per un’intera giornata e -soprattutto - avranno modo di distrarsi con le bellezze di Napoli e della Costiera Amalfitana, verso le quali sono previste numerose escursioni. News ITALIA PRESS


Data inserimento in rete: mercoledì, febbraio 13, 2002
IIC Montreal - ROSSELLINI TORNA SUGLI SCHERMI DI MONTREAL
Presentati i film di Rossellini che hanno fatto la storia del cinema

(News ITALIA PRESS, 18 febbraio 2002) - Montreal - É prevista per il mese di marzo, tra il 14 e il 31, una retrospettiva in Canada sulle opere cinematografiche del regista italiano Roberto Rossellini grazie all’Istituto Italiano di Cultura di Montreal e Cinecittà Holding, in collaborazione con la Cinematheque Quebecoise che, dopo la passata stagione estiva, in cui avevano presentato un altro grande del cinema italiano, Valerio Zurlini, ritornano a presentare uno dei cineasti più importanti dell’epoca Neorealista.
Roberto Rossellini (1906- 1977), é stato sicuramente il cineasta italiano per eccellenza degli anni ‘40/’60 in Italia e nel mondo, che ha imboccato la strada del Neorealismo fino ad arrivare alle più estreme conseguenze contenutistiche e formali, fin tanto da assumere una funzione di simbolo e di obbligato riferimento storico per qualunque discorso critico sul movimento.
La presenza di questo regista, che ha incentrato tutta la sua dialettica cinematografica sul movimento, sull’estetica e sulle diverse condizioni psicologiche che affliggono gli uomini della società del dopoguerra, ha caratterizzato non solo il modo di fare cinema in Italia, ma anche la nascita di una corrente cinematografica francese più nota con il nome di “Nouvelle Vague”; che ha visto la nascita di nomi come Jan Luc Godard, che hanno seguito in maniera molto forte l’esempio della dialettica spezzata rosselliniana.
La retrospettiva che l’Istituto Italiano di Cultura e Cinecittà Holding, con la Cinematheque Quebecoise ha organizzato per ripresentare al pubblico amante del cinema questo grande autore, prevede la proiezione dei suoi film più conosciuti e significativi: “Roma città aperta” (1945), sicuramente il più acclamato dalla critica degli anni ‘40/’50, per stile e attualità, “Paisà” (1946), “Germania anno zero” (1947), “L’amore” (1948), con l’episodio dal titolo “Il miracolo”, “La macchina ammazza cattivi” (1952), “Siamo donne” (1953), con Ingrid Bergman, attrice che Rossellini ha strappato a Hollywood ed ha voluto come compagna di vita, “Dov’é la libertà” (1954) ed “India” (1959), nato come viaggio intrapreso per ritrovare una dimensione personale che ha trovato in India e dal quale viaggio ha poi realizzato un film dal titolo “India Mathri Bumi” e due serie televisive, note come “L’India vista da Rossellini”. News ITALIA PRESS


IIC Istituti italiani di cultura - FARNESINA/ PROGRAMMA DI TIROCINI PRESSO IL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI

ROMA\aise\12 febbraio 2002 -In seguito alla firma della Convenzione tra il Ministero degli Affari Esteri (Istituto Diplomatico) e la Conferenza dei Rettori (CRUI), gli studenti-laureati (da non più di 18 mesi) o laureandi delle Università Italiane hanno la possibilità di effettuare stage presso gli uffici dell'Amministrazione centrale a Roma e presso le sedi estere del Ministero.
In particolare, le posizioni sono offerte a scadenze regolari, presso:
* Direzioni Generali e Servizi del Ministero
* Rappresentanze Permanenti presso Organismi Internazionali
* Ambasciate Italiane
* Consolati Italiani
* Istituti Italiani di Cultura
Il programma è rivolto agli studenti che desiderano entrare in contatto con il sistema delle "relazioni internazionali" del nostro Paese, approfondendone gli aspetti politici, economici e culturali. Ispirato alla filosofia della formazione-lavoro, tale programma offre la possibilità di osservare il funzionamento delle differenti strutture del Ministero, sia a Roma sia all'estero, e permette inoltre di analizzare, da una prospettiva privilegiata, la realtà dei diversi paesi. Esso è pertanto indicato sia per coloro che sono interessati a sviluppare una carriera internazionale, eventualmente in ambito diplomatico, sia per coloro che desiderano conoscere nuovi paesi ed aree geografiche, studiandone le relative problematiche sul campo e mettendo a frutto il bagaglio di competenze acquisite durante gli anni accademici. Una prima Convenzione, firmata nell'ottobre 1998 con l'Università "L. Bocconi", ha permesso, nel corso di questi tre anni, di far effettuare tirocini a circa 400 studenti; tale forma di collaborazione, rivelatasi assai fruttuosa e positiva, è stata quindi estesa a tutte le Università italiane nel quadro della Convenzione Mae-Crui, firmata nel novembre 2000. La nuova Convenzione, cui hanno aderito ad oggi 33 Università, ha iniziato ad operare nel maggio del 2001 ed ha, sinora, permesso l'effettuazione di circa 200 tirocini, per laureati e laureandi delle predette Università. Per maggiori, o più dettagliate informazioni si prega di leggere la versione integrale della Convenzione sottoscritta da MAE e CRUI e del programma ad essa annesso e si rimanda al sito della Conferenza dei Rettori (www.crui.it). Gli interessati dovranno inoltre rivolgersi agli uffici competenti delle rispettive Università che raccoglieranno le candidature e potranno loro fornire ogni indicazione e informazione operativa. (aise)


Data inserimento in rete: lunedì, febbraio 11, 2002
IIC Istituti italiani di cultura - AFFARI ESTERI – EMILIA ROMAGNA/ FIRMATA LA CONVEZIONE TRA REGIONE E FARNESINA PER ESPORTARE LA CULTURA EMILIANO ROMAGNOLA ALL’ESTERO

BOLOGNA\ aise\11 febbraio 2002 - Un accordo per la promozione della cultura emiliano- romagnola all'estero. L'hanno firmato oggi a Bologna la vice presidente e assessore alla cultura della Regione Vera Negri Zamagni e l'ambasciatore Francesco Aloisi de Larderel in rappresentanza della Direzione generale per la promozione e la cooperazione culturale del Ministero degli affari esteri.
La convenzione punta a promuovere il sistema culturale emiliano-romagnolo all'estero. Lo fa incentivando gli scambi di informazioni, aumentando quindi il coordinamento tra Regione e Ministero per arrivare a una programmazione più efficace dell'offerta culturale "da esportazione".
La convenzione ribadisce anche i rapporti di collaborazione già instaurati con le Agenzie culturali partecipate dalla Regione - cioè: l'Aicer, l'Ater, l'Ert, il Centro della danza, la Fondazione Arturo Toscanini e l'Ibc - e con gli Enti e le Istituzioni pubbliche e private che fanno parte del Forum regionale per le attività promozionali all'estero. Proseguirà inoltre la collaborazione tra Regione e Ministero per la formazione degli addetti culturali degli Istituti di cultura e delle Ambasciate sul sistema culturale dell'Emilia-Romagna.
A sostegno della promozione della cultura emiliano-romagnola all'estero è stato realizzato, il sito "Emilia-Romagna Cultura d'Europa" che in più lingue offrirà un dettagliato panorama sulla storia, l'arte e la cultura dell'Emilia-Romagna e sull'attività delle sue istituzioni culturali. La messa on- line è prevista per il mese prossimo. (aise)


IIC Istituti italiani di cultura - FARNESINA: PRONTI I PRIMI PROGETTI DELL'ANNO DI MODA E DESIGN

Roma, 11 feb. (Adnkronos) - Parte l'anno ''della moda e del design'', il primo anno tematico varato dalla Commissione nazionale per la promozione della cultura italiana all'estero: nell'ultima riunione la Commissione ha approvato i primi sei progetti per il 2002.
''La cultura - ha spiegato il sottosegretario Mario Baccini che presiede la Commissione - è un veicolo importante per la nostra politica estera. Ha un ruolo di supporto alla politica della 'diplomazia preventiva'; dove c'è scambio culturale, c'è dialogo e difficilmente ci sono conflitti; anzi, c'è la possibilità di evitarli. Gli anni tematici hanno due caratteristiche importanti: possono aprire la strada all'azione commerciale e danno un importante supporto alla politica estera italiana''.
Gli anni tematici, la Commissione studia già quello del 2003 che potrebbe riguardare la promozione delle culture regionali ma la decisione definitiva non arriverà prima di agosto, sono una forma di cooperazione ed integrazione fra governo, imprenditoria e promotori di cultura. L'approvazione di un progetto non significa finanziamento, ma appoggio completo dalla rete dei 93 istituti di cultura italiana nel mondo e viatico per trovare sponsor privati alla manifestazione.
La commissione ha approvato il progetto dell'Agenzia per la Moda per 6 sfilate; ''Cinema Italiano nel Mondo'' presentato da International Film Service; ''Mostra Moda Italiana'' della Società Dante Alighieri; ''DeMo 2002'' (progetto di design) dell'architetto Corrado Teri; ''Due volumi Storia della Moda Italiana'' della Fototeca di Roma e la ''Mostra itinerante città di Nettuno'' promossa dal comune di Nettuno, che porterà le immagini storiche dello sbarco americano ad Anzio e Nettuno in una mostra a New York.
Gli anni tematici sono comunque una forma di promozione a ''costo zero'' per lo Stato visto che è previsto l'intervento e la sinergia con le imprese. Tanto che sono in calendario alla Farnesina incontri con aziende del settore tessile per studiare forme di sponsorizzazione e di partecipazione. A questo, spiega Baccini, si affiancherà ''il progetto di riforma della legge istitutiva degli Istituti italiani di cultura. Attualmente -afferma il sottosegretario- sono 93; molte cose funzionano bene, altre possono funzionare meglio''.
L'iter del progetto è ben avviato, ci sono già stati incontri con le componenti della Farnesina ed un accordo è stato raggiunto con i sindacati. Una volta pronto, il testo sarà portato in Consiglio dei ministri e da lì inviato in Parlamento. La copertura di spesa finanziaria c'è già, visto che si tratta di una riforma già prevista dalla Finanziaria.
Infine, la Farnesina registra una forte richiesta di corsi di lingua italiana all'estero. Corsi che già nel 2001 hanno ottenuto importanti risultati anche economici, visto che hanno creato utili per 14 miliardi di lire. E questa è una delle voci decisamente positive fatte registrare dagli Istituti di cultura. Istituti che, con la riforma, dovrebbero diventare sempre più una rete di struttura logistica su cui si potranno innestare i progetti di privati, come quelli degli anni tematici.