lunedì, maggio 30, 2005

I Crodaioli suonano a Salonicco

Il coro sarà diretto dal maestro Bepi De Marzi



News ITALIA PRESS, 30 maggio 2005
Salonicco - L'Istituto Italiano di Cultura di Salonicco organizza per venerdì 3 giugno, in occasione della Festa Nazionale della Repubblica Italiana, presso il Teatro della Società di Studi Macedoni, il concerto del coro di Vicenza I Crodaioli, massima espressione del canto popolare alpino italiano. Il coro sarà diretto dal maestro Bepi De Marzi, unanimemente riconosciuto come straordinario compositore di famosi canti di montagna ed autore esclusivo dei brani eseguiti dal gruppo vicentino.

La manifestazione è organizzata in collaborazione con il Consolato Onorario di Salonicco. I Crodaioli cantano dal 1958. Il loro repertorio, impostato sulle composizioni del famoso maestro Bepi De Marzi, ha superato da tempo i confini nazionali per attirare l'attenzione di molti complessi vocali stranieri sensibili alle storie di ispirazione popolare. La sede del coro è Arzignano, in provincia di Vicenza, la capitale della concia.

I Crodaioli sono sempre stati per questa piccola città tra Vicenza e Verona e per lo spazio intorno, anche una voce critica, "un suono limpido della coscienza", "espressione coraggiosa della vicentinità" come afferma lo scrittore Mario Rigoni Stern. In quarant'anni, continuamente rinnovati nei quattro settori vocali, hanno effettuato più di duemilacinquecento concerti in ogni parte del mondo Hanno realizzato otto incisioni per la Carosello di Milano e pubblicato centocinquanta canti nuovi per le Edizioni Curci di Milano.

Bepi De Marzi vive ad Arzignano, in Provincia di Vicenza, e si considera cittadino del mondo. Direttore del coro I Crodaioli da lui stesso fondato, ha suonato per vent'anni l'organo e il clavicembalo nei Solisti Veneti di Claudio Scimone. Insegnante nel conservatorio di musica di Padova, svolge una intensa attività di giornalista e di narratore. Compositore apprezzato di musica sacra, ha lavorato a lungo con il poeta Padre David Maria Turoldo nell'elaborazione di Salmi liturgici.

Comments: Posta un commento

<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?