martedì, giugno 07, 2005

Montevideo ripercorre le opere di Virzì

Il regista livornese omaggiato con una retrospettiva all'IIC

News ITALIA PRESS, 6 giugno 1005
Montevideo – Il cinema italiano, versione contemporanea, per il pubblico uruguayano: è questa la proposta che l'Istituto Italiano di Cultura di Montevideo, in collaborazione con la Cinemateca Uruguaya" avanza per la fine di giugno.
Dal 20 al 25 del mese, infatti, le due strutture di promozione culturale hanno organizzato una retrospettiva cinematografica, con l'opera omnia del regista Paolo Virzì. Sono sei i film in programmazione, presso le sale della Cinemateca della capitale uruguayana: si comincia con "La bella vita", film del 1994, per arrivare a "Caterina va in città", successo di Virzì del 2003. Tra questi, in ordine di tempo, il primo e l'ultimo dei lavori del regista livornese, si collocano ancora "Ferie d'agosto" (1996), "Ovosodo" (1997), "Baci e abbracci" (1998) e "My name is Tanino" (2001).
La retrospettiva presenta Virzì come uno degli attuali interpreti maggiori dell'eredità della commedia all'italiana, prendendo spunti tragicomici dalla realtà quotidiana. Formatosi al Centro Sperimentale di Cinematografia, il regista oggi quarantunenne ha collaborato a sceneggiature di numerosi altri film di registi autorevoli. Con "Ferie d'agosto" ha all'attivo un David di Donatello per il miglior film, mentre "Ovosodo" gli vale il Gran Premio Speciale della Giuria alla Mostra del Cinema di Venezia.

Comments: Posta un commento

<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?