martedì, novembre 14, 2006

MODIGLIANI TORNA A CASA: A ROMA LA CERIMONIA DI CONSEGNA DELLA TÉTE DE CARIATIDE E IL VIA ALLA CAMPAGNA DI TRASFERIMENTO DEGLI ARCHIVI LEGALI

ROMA\ aise\ 14 novembre 2006 - Nell’ambito delle iniziative promosse dal Modigliani Institut Archives Légales Paris-Rome, Laure Modigliani Nechtschein, nipote di Amedeo Modigliani e titolare dei diritti morali dell’artista, ha scelto di far dono all’Italia della statua bronzea Téte de Cariatide, copia tratta dall’originale eseguito nel 1911 da Amedeo Modigliani, gesto con il quale si avvia la campagna per il trasferimento degli Archivi Legali Amedeo Modigliani e per la creazione della "Casa Modigliani" in Italia.
L’iniziativa è stata presentata oggi, 14 novembre, nel corso di una cerimonia che si è svolta presso la Sede dell’Archivio di Stato di Roma, alla presenza del sottosegretario di Stato al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Danielle Gattegno Mazzonis. La cerimonia, organizzata per iniziativa della Direzione Generale per gli Archivi di Stato e del Modigliani Institut Archives Légales Paris-Rome, segna una svolta nella missione istituzionale dell’Amministrazione archivistica. La tutela della memoria travalica i confini del nostro Paese e abbraccia, sino a riportarle in Patria, le carte di un maestro della pittura del Novecento, nato in Italia, maturato in Francia, cittadino del mondo e perciò espressione della più alta cultura contemporanea.
Nel corso della manifestazione Maurizio Fallace, Direttore Generale per gli Archivi, e Danielle Gattegno Mazzonis, Sottosegretario di Stato, hanno consegnato a Laure Modigliani Nechtschein e a Christian Parisot, presidente del Modigliani Institut Archives Légales Paris-Rome, la medaglia d’argento degli Archivi di Stato.
A fare da sfondo alla cerimonia le immagini tratte dal documentario Les heures chaudes de Montparnasse, girato negli anni sessanta da Jean-Marie Drot, ex Direttore dell’Accademia di Francia a Roma, che ritrae i protagonisti, allora ancora in vita, di quella boheme mitica che ha caratterizzato il clima culturale in cui ha operato Amedeo Modigliani, da Argon a Cocteau, da Duchamp a Man Ray.
Ad accompagnare l’evento "A disvelare l’anima" con Umberto Broccoli. Uno spettacolo per "disvelare", appunto, uno dei più grandi artisti del XX secolo che ha subito il fascino di Roma traendone ispirazione.
Alla scoperta dell’anima: questo il filo conduttore dello spettacolo di parole e note di Umberto Broccoli, scritto con Patrizia Cavalieri, con l’accompagnamento al pianoforte del M Luca Bernardini. Un viaggio nelle emozioni e nelle passioni umane che si apre con quell’animula vagula blandula – piccola anima, dolce e vagabonda – vagheggiata dall’Imperatore Adriano e che si adatta perfettamente ai tanti colori dell’anima di Amedeo Modigliani e al suo amore per la città eterna: "Roma è l’orchestrazione di cui mi cingo…. Ma io non posso qui dirti tutta l’impressione che io trovo in lei", scrive nel 1901 all’amico Oscar Ghiglia.
Un racconto che si snoda nei labirinti della noia e dell’angoscia, con le parole di Charles Baudelaire e Lucrezio, nella leggerezza e nella volubilità, con le riflessioni di Friedrich Wilhelm Nietzsche, nel coraggio, con i versi di Archiloco, e nella fragilità, con le lettere di Modì: "Io vorrei invece che la mia vita fosse come un fiume ricco d’abbondanza che scorresse con gioia sulla terra".
"La posa in opera della statua Téte de Cariatide", sostiene Christian Parisot, presidente del Modigliani Institut Archives Légales Paris-Rome, "saluta il trasferimento da Parigi a Roma degli Archivi Legali Amedeo Modigliani e l’avvio di un tavolo di lavoro tra la Direzione Generale per gli Archivi di Stato e il Modigliani Institut Archives Légales Paris-Rome, volto a valutare la migliore collocazione dei documenti".
Un patrimonio ricchissimo e in continuo divenire, in quanto soggetto a nuove scoperte e integrazioni, costituito da oltre 6mila documenti tra cui diari, primi cataloghi di mostre, oggetti appartenuti al grande artista, memorie della sua famiglia, dalle origini dei loro primi interessi in Toscana e in Sardegna fino al grande viaggio che, iniziato nel 1906, esattamente cento anni fa, lo condurrà a Parigi e nei luoghi della nascita dell’arte contemporanea dove incontrerà personalità artistiche del calibro di Pablo Picasso e Costantin Brancusi.
La creazione della "Casa Modigliani" in Italia rappresenta una grande opportunità per il nostro Paese. Essa sarà un luogo innovativo e contemporaneo in grado di sviluppare conoscenza sulla vita e l’opera di Modigliani per attrarre turismo culturale e aggregare studiosi, accademici e operatori culturali di tutto un mondo. A tale scopo, è stata già avviata una trattativa con una grande multinazionale dell’ITC che effettuerà la descrizione informatizzata e la riproduzione digitale dei documenti costituenti gli Archivi Legali, mediante l’utilizzo di tecnologie d’avanguardia sotto la direzione scientifica della Direzione Generale per gli Archivi di Stato.
L’evento odierno è il primo momento pubblico del Modigliani Institut Archives Légales Paris-Rome che prende il nome dal Modigliani Institut Archives Légales per sottolineare la continuità con l’istituzione parigina. Esso segue la costituzione del gruppo promotore, avvenuta a maggio scorso, ad opera di Christian Parisot, Presidente, Massimo Riposati, Vice Presidente, e Luciano Renzi, Segretario Generale.
L’attività del Modigliani Institut Archives Légales Paris-Rome è attestata da un autorevole Comitato dei Garanti composto da Claudio Strinati, Presidente, Laure Modigliani Nechtschein, Presidente onorario del Comitato dei Garanti e titolare dei diritti morali per Amedeo Modigliani, Jean-Marie Drot, Ex direttore dell’Accademia di Francia a Roma e Sylvie Buisson, Conservatore delegato al Musée di Montparnasse. La campagna per la creazione della "Casa Modigliani" si svolge inoltre sotto il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Commissione Nazionale Italiana dell’Unesco, della Regione Lazio e dell’Ente Nazionale Italiano per il Turismo. (aise)

Etichette:


Comments: Posta un commento

<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?